Il 22 dicembre alle ore 11, presso la Villa La Petraia, in via della Petraia, 40, come consuetudine si è tenuto il concerto organizzato dal Quartiere 5 insieme al Polo Museale della Toscana e con la collaborazione degli Amici delle Ville e degli Angeli del Bello.

“Anche quest’anno – dichiara il presidente del Quartiere 5
Cristiano Balli – lo splendido scenario di Villa La Petraia
impreziosisce la proposta di iniziative che il presidente e i
consiglieri del Quartiere hanno rivolto ai cittadini in occasione delle
festività”.

L’organizzazione della parte musicale è stata affidata dall’Associazione A.Gi.Mus. Firenze, che sul territorio del Quartiere 5 cura progetti come la stagione di musica in ospedale “Careggi in Musica” e le rassegne estive Festival Q5 Estate e InCanto d’Estate (www.agimusfirenze.it).

Si sono esibiti in concerto il Trio D’Archi di Firenze, formato da Patrizia Bettotti al violino, Pierpaolo Ricci alla viola e Lucio Labella Danzi al violoncello, che eseguirà il Divertimento per trio d’archi K 563 di W.A. Mozart.

Il piacere del suonare insieme, la condivisione dell’emozione
dell’esecuzione e l’apprezzamento del bello estetico sono gli elementi
che hanno portato i tre musicisti ad unirsi dando vita al Trio D’Archi
di Firenze. Di grandissimo successo lo spettacolo che Il Trio d’Archi di
Firenze in collaborazione con Tullio Solenghi propone nei più
importanti teatri italiani, una vera e propria immersione nella vita di
uno dei più grandi geni della storia della musica, Mozart .Si accostano
alcune lettere, scelte all’interno del suo sterminato carteggio, ad uno
dei suoi ultimi capolavori cameristici, il Divertimento per trio d’archi
K. 563, scritto al termine della sua vita in cui sembrano convergere e
sublimarsi tutte le precedenti esperienze compositive. Il Trio si
esibisce nelle più importanti stagioni concertistiche come L’Unione
Musicale di Torino, Aula Magna della Sapienza UIC Roma, Amelia Festival,
Festival Anfiteatroff di Levanto, Caffeina Festival di Viterbo,
Festival di Torrechiara (Pr), Festival di Fossombrone, Camerata Musicale
Salentina di Lecce, Palacultura di Messina, Teatro Vittoria di Roma,
Teatro Dehon di Bologna, Auditorium Monteverdi di Mantova, Agimus
Firenze.